English Coaching: L’insegnamento dell’Inglese E’ Cambiato

Nell’articolo precedente: la grammatica inglese è veramente difficile, abbiamo visto la paura principale che ci impedisce di imparare l’inglese come noi vorremmo.
Oggi, vediamo come è nato L’English Coaching.

Ma prima però, vediamo un pò di storia.
L’impero romano conquistò letteralmente tutta Europa e una parte di nord Africa e medio oriente tra il 27 a.c. ed il 436 d.c.
La permanenza dei romani influenzò abitudini, usi e costumi in quelle regioni e, dove ci fu la permanenza maggiore, anche la lingua (il latino) e le parole.

Ciò vuol dire che, all’interno di diverse lingue europee, ci sono moltissime parole simili alla nostra lingua e che, se raggruppate per regole, consentono di conoscere già un potenziale di più di 6.000 parole in almeno 4 lingue diverse.

Volete un esempio? OK

ITALIANO: Informazione
INGLESE: Information
FRANCESE: Information
SPAGNOLO: Información
TEDESCO: Informationen

La radice è la stessa per tutte INFORMA. Informare è di origine latina.

La grande scoperta di questa matrice ci consente facilmente di sapere già dell’esistenza di 6.000 parole uguali.

Come vi dicevo parlo  6 lingue straniere e, una volta capito il concetto di base, è stato facile riuscire a trovare la chiave che serve ad una persona per imparare l’inglese facilmente e divertendosi.

Prima regola, non ti serve saperlo tutto! Neanche l’Italiano lo conosci tutto!
Serve sapere ciò che serve.

Seconda regola, devi avere un motivo e un interesse specifico per farlo.

Per la prima regola consideriamo che neanche gli Inglesi parlano con tutte le parole del vocabolario, anzi, in molti non conoscono neanche il significato di alcuni termini e sapete perché?

Un professore universitario Inglese comunica, per tenere le sue lezioni, con circa 25.000 vocaboli.
Un impiegato comunica, mediamente, con 8.000 vocaboli e, nel linguaggio comune di tutti i giorni usato nel linguaggio corrente, non ne vengono utilizzati più di 1000.

In più il dizionario inglese contiene la bellezza di  1.000.000 di lemmi (parole)  contro i circa 200.000 dell’italiano.

images (1) Per la seconda regola è stato studiato dai ricercatori della mente che l’intenzione attiva, nel nostro cervello, alcuni ormoni che ci fanno ricordare meglio e più facilmente ciò che vogliamo ricordare.

In altre parole se lo scopo per cui sto facendo ciò che ciò facendo è supportato da una forte E PROFONDA intenzione e motivazione la biochimica del cervello cambia radicalmente agevolando l’apprendimento.

E’ stato anche dimostrato che, l’attività cerebrale di quando si apprende, è più focalizzata in un cervello adulto che ha “la voglia di imparare ciò che sta studiando” a differenza di un cervello giovane che “deve imparare” ciò che gli viene assegnato.

E una questione proprio di quelli che vengono chiamati in PNL “Operatori Modali” ovvero, come esprimiamo attraverso la  linguistica le necessità o le possibilità.

Facciamo insieme un esempio e processate questa frase:
Domani è lunedì e devo andare a lavorare, la tangenziale sarà strapiena.

Ora processate quest’altra
Domani è lunedì e non vedo l’ora che arrivi perché voglio terminare quel progetto, ci tengo così tanto!

E’ lunedì per entrambe le persone ma… chi la vive meglio?

E proprio una questione di biochimica cerebrale e, come dicevo prima, di sostanze neuro trasmettitrici e neuro inibitorie.

Lo “stato” mentale determina come impariamo e quanto bene viviamo 🙂 in generale!

Pensate bene a questo concetto se avete dei figli che vanno a scuola.

Torniamo all’uso del linguaggio. Lo sapevate che in Italiano è stato stimato che, nel linguaggio corrente, utilizziamo solo 600 parole al giorno per descrivere la nostra realtà?…che povertà!

Dicevamo anche che, nel linguaggio di tutti i giorni (quello che serve ad un turista per intenderci) servono 1000 vocaboli per parlare in Inglese.
“Quindi, se imparo i 1000 vocaboli e le regole grammaticali e sintattiche posso parlare in inglese?”, ti chiederai.

Si! Con una buone dose di spazio da parte di chi ti insegna questa lingua a farti sbagliare, incoraggiarti ed a farti divertire come un bambino creando l’”ambiente” giusto per l’apprendimento, SI.

E’ possibile e sta già accadendo in effetti. Sto allenando imprenditori, studenti e manager a comunicare meglio e con sicurezza in questa meravigliosa lingua.

Ecco perché dall’esperienza come Trainer in Programmazione Neuro Linguistica e come Executive Coach ho creato l’ nlp logoEnglish Coaching.

Pensa a ciò che potrai fare una volta che saprai padroneggiare la lingua:

– quel lavoro al quale hai rinunciato perché chiedono “l’inglese fluente”
– quel viaggio all’estero che hai sempre voluto fare
– ampliare le tue conoscenze
– accrescere la tua autostima

L’insegnamento delle lingue è cambiato.
Ora è diventato tutto più semplice e divertente!

Share Now

English Coaching

More Posts By English Coaching

Related Post

Leave us a reply

>