Il Metodo English Coaching ha cambiato l’apprendimento dell’inglese

E’ bello sentirsi dire dai propri clienti che il metodo English coaching ha cambiato l’ apprendimento dell’inglese e per sempre la loro vita.

E’ inutile negarlo, sono innamorato delle lingue. Oltre alla Programmazione Neuro Linguistica, l’altra passione che mi caratterizza sin da bambino sono le lingue straniere.

Questa passione mi ha portato ad impararne 6 e, la Programmazione Neuro Linguistica, ad unirne i puntini per semplificarne l’insegnamento.

Pensateci. Quando siamo venuti al mondo non parlavamo la nostra lingua. Se fossimo nati in Italia e trasportati in Russia appena nati, oggi crederemmo di essere Russi e parleremo Russo fluentemente.

Se prendessimo un bambino piccolo e venisse allevato dai  lupi, imparerà a comunicare con essi senza nessun problema. Così sarebbe se, ad allevarlo, fossero scimmie od altri mammiferi.
Ciò per farvi comprendere che il nostro cervello è un “spugna”.

Ergo, non è rilevante quindi “dove” le persone mettono il proprio cervello. Qualunque sia l’ambiente in cui lui sarà “immerso”, inizierà ad imparare che tu lo voglia o meno.

Giorno dopo giorno, già dal ventre materno e poi crescendo, abbiamo ascoltato i suoni provenire dai nostri genitori e dall’ ambiente circostante. Pian piano abbiamo imparato a riconoscere,  dapprima energeticamente e poi attraverso i sensi,  il tono dell’amore, dell’apprezzamento, della preoccupazione, della coccola, del buongiorno e della buona notte, le ninna nanne ed a collegare tutte le emozioni che ciò ci dava.

A quei tempi, stavamo creando le connessioni neurali per comprendere la complessa struttura che ci avrebbe contraddistinto da altre specie: parlare e comunicare. Almeno per come lo intendiamo noi.

Tutti questi collegamenti fatti involontariamente e completamente inconsci, ci hanno portato da zero, dopo qualche tempo, ad articolare le prime “parole” (fase della lallazione nota wikipedia) spesso pronunciate in modo buffo e disarticolato (quando ero piccolo ero solito dire cimena per cinema, dangia per arrangia e cosi via) perché nel cervello ancora non erano stabili le connessioni che avrebbero poi mosso la lingua, in un secondo momento, propria-mente per articolare meglio i suoni e far uscire le parole correttamente.

Quando entriamo nel mondo della scuola a 6 anni siamo tutti perfettamente in grado di parlare e capire la nostra lingua. L’abbiamo vissuta multi-sensorialmente, vista, sentita, provata, odorata e gustata per 6 anni. Non la sappiamo ancora scrivere ma, la sappiamo già parlare.

Nei casi più fortunati dove i genitori sono di due etnie diverse e parlano, ovviamente, due lingue diverse, a 6 anni ci si ritrova a parlarne 2 senza neanche accorgersene (se i genitori sono furbi). E questa è la mia esperienza personale. Mia mamma Croata e mio padre italiano. A 6 anni ero fluente in entrambe al punto che quando passavo le vacanze estive in Bosnia, dimenticavo quasi completamente l’italiano.

Ma torniamo a scuola, dove già sappiamo l’italiano. Come ci insegnano le lingue straniere?
Continua: La grammatica inglese è veramente difficile?

Share Now

English Coaching

More Posts By English Coaching

Related Post

Leave us a reply

>